Voci dai fondi. La Biblioteca raccontata 2/2018

La rassegna autunnale di “Voci dai fondi. La Biblioteca raccontata”, ideata per ricordare i 400 anni della Biblioteca Gambalunga (1617-1619), che si festeggeranno nel 2019, è stata inaugurata lo scorso 13 ottobre, in occasione dell'Open day con la conferenza Naufragar m'è dolce in questi fondi tenuta dallo storico Oreste Delucca.
Il compito che si prefigge questa iniziativa è raccontare la Biblioteca, con l’obiettivo di rafforzare il suo legame con la comunità, ed è stato affidato ad alcuni degli studiosi e frequentatori che giornalmente si avventurano nello studio, nella lettura, nella decifrazione delle sue collezioni, traendone idee, ispirazioni, fonti, divenute ricerche, articoli, libri.
Un progetto che nasce dall’idea che le biblioteche sono luoghi speciali, dove il tempo tende all’infinito, moltiplicato da tutte le voci, le memorie, gli incontri che vi convengono, attraversando i secoli. Qui gli uomini si nutrono delle domande che i libri e le carte insinuano nelle loro menti curiose.
Il grande italianista Ezio Raimondi ha ben descritto questo miracolo alchemico: la ricerca è in prima battuta una lettura di testi. In “questa avventura del senso, l’unico ancoraggio possibile è la biblioteca, cui sempre si ritorna[...]. La biblioteca è la terra del ricercatore: essa ridà forza, ridà idee, è l’umanità convenuta per servirti, per darti una mano”.
I libri, dunque le biblioteche, vivono della nuova vita che i lettori e gli studiosi donano loro interrogandoli, compulsandoli, per soddisfare il loro desiderio di dare un senso al mondo.
Ne daranno testimonianza gli incontri con il professor
Giovanni Rimondini che venerdì 23 novembre alle ore 17.30 approfondirà un particolare ambito della sua indagine storica con la relazione Frammenti gambalunghiani per una storia erotica di Rimini,
Seguirà l'archeologa Cristina Ravara Montebelli, venerdì 30 novembre intervenendo a proposito di Imprenditoria riminese dell'800: dalle filande ai villini. Alla raccolta iconografica farà riferimento, nell'ultima conferenza venerdì 7 dicembre, la storica dell'arte Annamaria Bernucci, con: Il mondo inciso, divagando tra le stampe della Gambalunghiana, la città tra arte, scienza e devozione
All’edizione della rassegna contribuisce il Gruppo Maggioli, che attraverso Art Bonus concorre anche all’aggiornamento delle collezioni della Gambalunga.

 

PROGRAMMA

Sabato 13 ottobre ore 17
Oresta Delucca
Naufragar m'è dolce in questi fondi

Venerdì 23 novembre ore 17,30
Giovanni Rimondini
Frammenti gambalunghiani per una storia erotica di Rimini

Venerdì' 30 novembre ore 17,30
Cristina Ravara Montebelli
Imprenditoria riminese dell'800: dalle filande ai villini

Venerdì 7 dicembre ore 17,30
Annamaria Bernucci

Il mondo inciso, divagando tra le stampe della Gambalunghiana, la città tra arte, scienza e devozione

 
Maggioli

Share button